Search
Generic filters
Exact matches only

Fisioterapia e Terapia Manuale a Parma.
Tecarterapia - Onde d'urto




TECAR TERAPIA




TecarTerapia a Parma

La Tecarterapia, nota anche come Tecar, è un trattamento elettromedicale, che permette un più veloce recupero da traumi e patologie infiammatorie dell’apparato muscolo-scheletrico.

Diffusa soprattutto in ambito fisioterapico, la Tecar prevede l’utilizzo di un dispositivo molto particolare, basato sul principio fisico del condensatore e capace di generare calore all’interno dell’area anatomica trattata.
La Tecarterapia può lavorare in due modalità: la modalità capacità, adatta alla cura dei problemi ai tessuti molli, e la modalità resistiva, indicata per il trattamento dei disturbi ossei, articolari, cartilaginei ecc.
Dipendenti dall’energia erogata dal dispositivo, gli effetti biologici della Tecar sono, principalmente, tre: aumento del microcircolo, vasodilatazione e incremento della temperatura interna.

La seduta di Tecar Terapia è completamente indolore e ha una durata di circa 20 – 30 minuti.

Tecarterapia - Dr Mazzucchelli Luca Fisioterapista Parma

Cos'è la Tecarterapia?

La Tecarterapia, nota anche come Tecar o Trasferimento Energetico Capacitivo-Resistivo, è un tipo di trattamento elettromedicale, che trova particolare impiego nella cura di traumi e patologie infiammatorie dell’apparato muscolo-scheletrico.
Diffusa soprattutto in ambito fisioterapico, la Tecarterapia consiste in un massaggio particolare, praticato tramite uno strumento capace di ridurre il dolore e accelerare la naturale riparazione dei tessuti e la riduzione di edema accorciando notevolmente i tempi di guarigione.

Come funziona la TecarTerapia?

La Tecarterapia è una forma di termoterapia endogena:

  • La parola “termoterapia” significa “terapia basata sul calore“. L’impiego del calore con finalità terapeutiche, soprattutto in presenza di affezioni dolorose muscolari e articolari, è diffuso da diversi decenni. Alcune termoterapie che hanno preceduto la Tecar e che sono in uso ancora oggi sono: l’infrarosso, gli ultrasuoni e il laser (laserterapia).
  • Il termine “endogena” si riferisce al fatto che lo strumento per la Tecar induce la produzione di calore a partire dall’interno del corpo (calore endogeno). 
    L’infrarosso, gli ultrasuoni e il laser, invece, prevedono l’utilizzo di apparecchiature che emettono loro stesse calore. Ciò vuol dire che il calore è esogeno, cioè proviene da una fonte esterna al corpo.

La particolarità del funzionamento della Tecarterapia è che lo strumento in uso stimola la produzione di calore (che è una forma di energia) da parte del soggetto in cura. 
In altre parole, induce il corpo del paziente a collaborare in modo attivo, per il raggiungimento più veloce della guarigione.

Modalità d'Uso della Tecarterapia

Il dispositivo Tecar può lavorare in due modalità: la modalità capacitiva e la modalità resistiva.

La modalità capacitiva è indicata per il trattamento di problematiche a livello dei tessuti molli, con una bassa resistenza alla corrente, come i muscoli, la cute, il tessuto connettivale, i vasi sanguigni e i vasi linfatici. 

La modalità resistiva, invece, è ideale per il trattamento di danni a livello di tessuti con un’alta resistenza al passaggio di corrente, come le ossa, le articolazioni, i tendini, i legamenti, le cartilagini ecc.

Alla luce di ciò, risulta abbastanza chiaro che la scelta della modalità di utilizzo della Tecar dipende, esclusivamente, dal tipo di tessuto biologico su cui bisogna agire. 

  • Nella modalità capacitiva, l’impiego di una piastra mobile isolata è ciò che permette di agire specificatamente sui tessuti molli.
  • Viceversa, nella modalità resistiva, è l’uso di una piastra mobile non isolata che consente di agire a livello dei tessuti con un’alta resistenza alla corrente.

Indicazioni Terapeutiche

Patologie muscolari:

  • Contratture;
  • Stiramenti o strappi;
  • Contusioni;
  • Edema.
  •  

Patologie dolorose della colonna:

  • Lombalgie;
  • Dorsalgie;
  • Cervicalgie.
    •  

Patologie della spalla:

  • Tendinite e tenosinovite della spalla;
  • Tendinopatie inserzionali;
  • Capsulite adesiva.

Patologie del gomito:

  • Epicondilite;
  • Epitrocleite.
  •  

Riabilitazione post-chirurgica.

  •  

Patologie del polso e della mano:

  • Tendiniti e tenosinoviti della mano;
  • Tendiniti e tenosinoviti del polso;
  • Rizoartrosi.

Patologie dell’anca:

  • Coxartrosi;
  • Borsite;
  • Pubalgia.
  •  

Patologie del ginocchio:

  • Condropatia rotulea;
  • Gonartrosi;
  • Esiti di lesioni traumatiche dei legamenti crociati anteriore e posteriore;
  • Distorsioni.

Patologie della caviglia e del piede:

  • Esiti di fratture;
  • Distorsioni;
  • Fascite plantare;
  • Tendinite achillea.

Effetti Collaterali della Tecarterapia

In alcune rare circostanze, la tecarterapia può provocare dolore o gonfiore in corrispondenza dell’area sottoposta a trattamento; inoltre, presenta un rischio minimo di ustione.

Quando si verificano, questi effetti collaterali della tecarterapia dipendono per lo più da un uso improprio dello strumentazione o dall’area d’interesse.

Nel suo complesso, comunque, la tecarterapia è da considerarsi un metodo di trattamento altamente sicuro.

Controindicazioni

La Tecarterapia non presenta particolari controindicazioni.

Le sole persone a cui i medici raccomandano precauzione (e magari il consulto di uno specialista) sono i soggetti portatori di pacemaker, gli individui insensibili alle alte temperatura e le donne in gravidanza.

I Risultati della Terapia

Diversi studi clinici, basati anche sulle testimonianze dirette dei pazienti, hanno dimostrato che la Tecarterapia è efficace; essa, infatti, riesce nell’intento di accorciare i tempi di guarigione di patologie traumatiche, muscolari od osteoarticolari sia acute che croniche.

Tecarterapia: Dopo quanto tempo da Effetto?

In linea generale, gli effetti della Tecarterapia sono apprezzabili dopo un ciclo di 5-10 sedute ravvicinate nel tempo (l’ideale sarebbe 3 sedute a settimana).

È doveroso puntualizzare, tuttavia, che esistono condizioni per le quali è necessario un ciclo più lungo o sedute di mantenimento a cadenza periodica.

    Vantaggi della Tecarterapia

    I principali vantaggi che fanno della Tecarterapia un’affidabile e sicura soluzione terapeutica sono:

    • Risultati apprezzabili in relativamente poche sedute;
    • Grandissima precisione sul bersaglio da trattare;
    • Effetti positivi anche su tessuti molto profondi;
    • Assenza di controindicazioni ed effetti collaterali di rilievo.

    Cenni di Storia sulla Tecar Terapia

    Sebbene la Tecarterapia abbia acquisito una certa popolarità soltanto negli ultimi decenni, i principi di funzionamento che vi stanno alla base sono molto più antichi. A proporli per la prima volta, infatti, fu il medico e fisico francese Jacques Arsène d’Arsonval, nel lontano 1890.

    Dopo d’Arsonval, diversi altri studiosi e inventori si cimentarono in progetti simili: fra questi, spicca il medico inglese William Beaumont, il quale nel 1939 lavorò anche alla realizzazione del primo strumento elettromedicale.
    Esperto di fisica, Beaumont coniò il termine di “diatermia“, per identificare il tipo di lavoro che stava portando avanti. Diatermia è una parola di origine greca, che deriva dall’unione di “dia” (διά), cioè “attraverso”, e “thermos” (ϑερμός), cioè “calore”; letteralmente significa “calore attraverso“, ma nel caso specifico richiama a una forma di calore proveniente dall’interno.

    Una data particolarmente importante nella storia della Tecarterapia moderna è il 1995: in quest’anno, infatti, nacque la dicitura Tecar, acronimo di Transfer Energy Capacitive And Resistive

    Inizialmente, la Tecarterapia moderna era un trattamento riservato soltanto agli sportivi infortunati, affinché guarissero prima. Oggi, invece, ha assunto contorni decisamente diversi e risulta utile a tantissime categorie di persone, anche non praticanti sport. Per esempio, vi si sottopongono individui con particolari forme di artrite, anziani con le classiche patologie dell’età avanzata, soggetti con disturbi connessi all’attività lavorativa che svolgono ecc.

    Metodica brevettata

    La tecnologia alla base della Tecarterapia è brevetto internazionale. Il marchio Tecar, Tecarterapia e derivati sono marchi registrati e appartengono alla Unibell International.

    Fisioterapia a Parma. Fisioterapista Specializzato in terapia manuale, riabilitazione ortopedica, tecarterapia, onde d'urto, magnetoterapia e ultrasuono terapia.

    Sono il dott. Luca Mazzucchelli nato a Parma il 17/01/1988 laureato in Fisioterapia nel 2010 presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Parma.

    Specialista in Terapia Manuale, Riabilitazione Ortopedica, Post Operatoria e Terapia Fisica per l’Ortopedia (TecarTerapia, Onde d’urto, Laser e Magnetoterapia).

    Contattami






    Accetto le condiziomi